Biagio Antonacci

Lunedì 18 dicembre 2017. Al Pala Resega di Lugano (CH), arriva Biagio Antonacci con “ Tour 2017-2018”. Scrive canzoni e frequenta l’ambiente discografico milanese fino a quando, nel 1988, ottiene il suo primo contratto discografico che lo porta a partecipare al Festival di Sanremo di quell’anno, nella sezione Nuove Proposte, con il brano Voglio vivere in un attimo. Ma è solo nel 1989 che viene pubblicato il suo primo lavoro, SONO COSE CHE CAPITANO, che contiene un brano che gli permette di non passare inosservato. Si intitola Fiore, e c’è chi telefona in radio chiedendo di poterlo ascoltare. E’ l’album dell’ingenuità: «Per realizzarlo, non avendo ancora le idee chiare, mi sono fatto consigliare dagli altri. Se lo riguardo oggi penso che era un album molto naïf ma anche molto sofferto, perché di fatto stavo lottando per fare il musicista».Tornando alla musica, nel 1993 Biagio ottiene un grande successo di critica e di pubblico presentando al Festival di Sanremo la canzone Non so più a chi credere, che sancisce anche il successo di vendite dell’omonimo album. NON SO PIU’ A CHI CREDERE, oltre al brano sanremese, contiene alcune tra le più belle canzoni dei suoi primi due lavori discografici. Quello stesso anno Biagio registra il tutto esaurito con un tour che tocca le più importanti città italiane. Per un nuovo album, però, bisogna aspettare il 1994e la pubblicazione di Biagio Antonacci: prodotto ancora una volta da Mauro Malavasi, il disco è composto da 13 canzoni tra cui Non è mai stato subito e Se io se lei e vende 300 mila copie: «E’ un album come il precedente dal punto di vista concettuale, ma che finisce per fare un passo in avanti. Biagio Antonacci ha visto molti provini finire direttamente sul disco, a sottolineare il fatto che sapevamo cosa fare sin da subito. E’ l’album della conferma, ma amplificata». Nel 2014, anticipato dal singolo Ti penso Raramente, esce L’AMORE COMPORTA, 13 tracce inedite presentate al pubblico sul web grazie alle nuove tecnologie e all’hangout di Google. Uno dei brani, “Le Veterane”, è stato scritto, arrangiato e prodotto da Paolo Conte, un regalo che il Maestro ha voluto per Antonacci che per la prima volta propone, in un suo album, un brano inedito scritto interamente da un altro autore. Per festeggiare l’uscita di questo nuovo lavoro, sempre nel 2014 arriva Palco Antonacci: due straordinari ed eccezionali appuntamenti live, uno al nord e uno al sud, in spazi che possono accogliere le sempre più numerose richieste di biglietti da parte dei fan del cantautore: sabato 24 maggio all’Arena della Vittoria di Bari con due ospiti d’eccezione Alessandra Amoroso e Giuliano Sangiorgi, mentre sabato 31 maggio Biagio si è esibito allo Stadio San Siro di Milano dove per la prima volta ha duettato insieme a Laura Pausini ed Eros Ramazzotti.


Written by

Sono un fotografo professionista e la fotografia è sempre stata la mia passione, questo sito nasce con l'obbiettivo di condividere le mie esperienze e i miei scatti tramite il web.