Editors

Mercoledì 21 giugno 2017. All‘Ippodromo di Milano ci sono gli Editors con “Live 2017”, per la rassegna di Milano City Sound. La band si esibì per la prima volta nel 2002 sotto il nome di Pilot. Durante il college la band escogitò una strategia di marketing che consisteva nel mettere centinaia di adesivi in giro per Stafford con la scritta “Who’s the pilot?”. Solo successivamente si accorsero che il nome fosse già stato scelto da un gruppo pop scozzese degli anni ’70, quindi decisero di cambiarlo in “The Pride”. Decisero di realizzare un videoclip sotto questo nome contenente le tracce “Come Share the View” e “Forest Fire” e di caricarlo su internet. Il singolo d’esordio, Bullets, è stato pubblicato il 24 gennaio 2005. Nel corso dell’anno hanno costantemente guadagnato seguito grazie alla programmazione nelle radio alternative. L’album d’esordio, The Back Room, è stato pubblicato il 25 luglio dello stesso anno (un anno dopo in America) ed ebbe un grande successo, specialmente con il singolo Munich. Il successo dell’album in America, pubblicato sotto l’etichetta discografica FADER, li ha portati a suonare in festival importanti come Coachella e Lollapalooza. Il 12 ottobre 2009 è uscito il terzo album, intitolato In This Light and on This Evening, anticipato dal singolo Papillon, uscito il 21 settembre 2009. L’album è caratterizzato da sonorità più cupe e da un largo utilizzo di tastiere, e dalla novità di utilizzo di strumenti elettronici. Nell’album spiccano i brani The Boxer, The Big Exit, Papillon, quest’ultimo dimostrazione concreta della scelta del gruppo di includere nel proprio stile l’utilizzo di sintetizzatori e campionatori. Il 16 aprile 2012, è stato annunciato che Chris Urbanowicz aveva lasciato il gruppo a causa di una differenza nella direzione musicale.

EDITORS-17


Written by

Sono un fotografo professionista e la fotografia è sempre stata la mia passione, questo sito nasce con l'obbiettivo di condividere le mie esperienze e i miei scatti tramite il web.